Nell’estate del 1954 Ruga viene chiamato a giocare come calciatore professionista dall’Unione Sportiva Albissola.

In quegli anni, Albissola Marina accoglie un nutrito numero di artisti provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa. Questa presenza era iniziata in sordina tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento, emergendo come vera e propria tendenza nazionale negli anni trenta, grazie al Futurismo.

Negli anni cinquanta il fenomeno riprende con più forza, espandendosi fino a includere molti artisti provenienti dall’estero, e dando vita alla cosiddetta ‘colonia artistica di Albissola.

Come molti giovani artisti dell’epoca, Ruga prende in affitto un ‘basso’: un locale a piano terra in via Stefano Grosso, nel cuore del centro storico del paese.
Fino al 1955, Ruga lo utilizza come alloggio e come studio condividendolo periodicamente con Roberto Crippa e dando ospitalità al collega belga Yves Dendal.

Qualche anno più tardi il ‘basso’ è stato acquistato e utilizzato dalla moglie di Ruga, Biagia Baccani, come lavanderia. Dal 2019 la Lavanderia di Biagia è la sede albissolese dell’Associazione Culturale Angelo Ruga.

Restaurato su progetto dello studio Gaggeroservente, il ‘basso’ di Albissola ospita mostre collettive e personali di artisti contemporanei conservando il suo nome originario in memoria di Biagia.

Mostre presso
la Lavanderia

Mondo sospeso. Angelo Ruga – 8 dicembre 2021 – 1° maggio 2022

Offerta musicale. Luigi Paoletti – 17 settembre – 20 novembre 2021

Gioco informale. Angelo Ruga – 29 maggio – 4 settembre 2021

Intorno a Michelangelo. Andrea Salvatori – 10 ottobre 2020 – 24 gennaio 2021

Tracce di-rotte. Nicoletta Gatti – 1° – 31 agosto 2020

Memorie. Angelo Ruga – 25 gennaio – 12 marzo 2020

Insert Coin. Giorgio Laveri – 7 dicembre 2019 – 12 gennaio 2020

Sulla soglia del labirinto. Angelo Ruga – 17 novembre – 1° dicembre 2019

 

Vieni a trovarci!